Ancora sulla (in)sicurezza del nucleare…

Tanto per continuare a parlare di “sicurezza” degli impianti nucleari.

Cofrentes, nuovo incidente nella centrale
È il quarto nel giro di dodici giorni

ROMA – Incidenti domenica in Spagna nelle centrali nucleari di Cofrentes, vicino a Valencia, e di Vandellos. Lo riferisce l’edizione on line di El Mundo. A Cofrentes la scorsa notte si è registrato un aumento di potenza non programmata superiore al 20% di quella autorizzata, secondo quanto riferito dal Consiglio per la sicurezza nucleare, l’agenzia di controllo sugli impianti del Paese iberico. I sistemi di sicurezza hanno comunque impedito, stando al sito online di El Mundo, fughe radioattive. Si è trattato, comunque, del quarto incidente in 12 giorni a Cofrentes, e il 27/o in tre anni. La settimana scorsa Greenpeace aveva chiesto la chiusura della centrale, sostenendo che i ripetuti incidenti dimostrano che l’impianto non è più sicuro.

Nella centrale di Vandellos c’è stata una nuova piccola fuga a terra di materiale radioattivo, cobalto 60 e manganese 54, nei pressi di serbatoi degli impianti di acqua di ricarica e raffreddamento del reattore. Appena venerdì scorso si era verificato un incidente analogo. Il Consiglio per la sicurezza nazionale ha reso noto che le fughe non pongono rischi per i dipendenti dell’impianto, per i residenti della zona e per l’ambiente, ma ha sollecitato accurate verifiche alle installazioni.
Fonte: corriere.it

E stiamo parlando solo delle centrali spagnole…

Quarto incidente in 12 giorni, uno ogni tre giorni…
27° in tre anni, quindi 9 all’anno… tre a quadrimestre…
Niente male come esempio di sicurezza !

Certo, fino ad oggi niente di grave (perlomeno per quello che sappiamo), ma gli incidenti continuano, si ripetono e … speriamo che ci vada sempre bene !

Ecco perchè…. meglio mollarlo, ‘sto nucleare “sicuro”.

Di sicuro, c’è solo che gli incidenti si ripetono… a raffica !

By | 2008-11-09T11:58:30+00:00 July 14th, 2008|Ambiente|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment