Il nucleare è sicuro

Come no, certamente il nucleare è sicuro.

Finché non succedono incidenti. Si legge sull’edizione online di Le Monde quanto segue:

L’Autorité de sûreté nucléaire (ASN) a demandé, vendredi 11 juillet, à la Socatri (filiale d’Areva) de suspendre l’activité de sa station de traitement au Tricastin (Vaucluse), à l’origine d’un rejet accidentel d’uranium lundi soir, et de prendre des “mesures immédiates de mise en sécurité” de cette station.

Environ 20 m3 d’effluents, contenant 240 kg d’uranium, ont fui dans l’environnement depuis une cuve d’effluents radioactifs, mardi 8 juillet.

Continua su Le Monde

L’articolo è comprensibilissimo. Per chi avesse difficoltà con il francese, da ANSA.it

Criticato anche il modo di dare informazioni sull’accaduto: “l’utilizzo dell’unità di misura della massa (il grammo) – ha aggiunto il Criirad – invece di quella della radioattività (il becquerel) non rende conto dell’ampiezza della fuga”. La perdita, conclude la commissione, avrebbe riversato nei fiumi “uno scarico più di 100 volte superiore al limite annuale”. Si è fatta sentire anche l’organizzazione ‘Uscire dal nucleare’, secondo la quale “é impossibile che una tale fuga, contenente uranio, non abbia conseguenze importanti sull’ambiente e sulla salute delle persone”.

By | 2017-02-23T09:39:32+00:00 July 11th, 2008|Ambiente|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment