Il silenzio di Veronica

La querelle su Berlusconi e le sue telefonate riguardanti le sue ministre, ha, a prescindere dal risultato finale, fatto sicuramente una vittima.
Veronica Lario.
La moglie di Berlusconi, dopo essere arrivata al punto di dover scrivere “una lettera aperta” ad un noto giornale per fare chiarezza e chiedere chiarezza a suo (malgrado) marito, è oggi ancora una volta la vittima principale del protagonismo machista e anche un pò penoso del suo anzianotto marito (73 anni…).
Nessuno ne ha parlato, ma tutti si sono chiesti: cosa starà pensando la Sig.ra Lario ?
Ed i figli ? Certo, per questi è più facile credere al babbo.
Ma la Sig.ra Lario ha già dato…

Di telefonate a luci rosse non vuole parlare. “Ho già detto tutto ciò che penso un anno fa“, ha risposto a un’amica, invitandola a rileggere la lettera inviata a “Repubblica” dopo gli apprezzamenti rivolti dal marito a Mara Carfagna durante la cena di gala dei Telegatti: “Se non fossi già sposato, la sposerei subito“. Era il gennaio del 2007. Adesso Veronica pensa che chi allora la criticò oggi, magari, possa ricredersi

“Se non fossi sposato..”.. beh, ha trovato un altro modo per … ringraziare.

Un ministero sufficit ?

Ci sono silenzi che nascondono dignità e dolore. Silenzi che pure fanno rumore. È quanto accade a Veronica Lario, la moglie di Silvio Berlusconi. Per lei e per i suoi figli è un altro momento di sofferenza, ma questa volta Veronica non farà alcuna dichiarazione pubblica.
Almeno per ora, la signora Berlusconi non parla. Spiega di non volere entrare in questo “ciarpame”, ma ha le idee chiare. Una sopra tutte, come ha confidato a chi le sta vicino: l’inchiesta di Napoli nei confronti del premier e di Agostino Saccà, le intercettazioni telefoniche ordinate dai pm partenopei, sollevano un problema di “morale pubblica”. Spostare l’attenzione sul privato significa confondere i temi, significa “distrarsi” e non aiuta il paese a capire “un fatto che potrebbe essere grave”.
…….
Per questo motivo ha voluto avere precise spiegazioni sui reali contorni della vicenda sia dall’avvocato del marito, Nicolò Ghedini, chiamato mercoledì, sia dallo stesso Berlusconi che giovedì, ….. è volato a Macherio alle nove di sera, ha cenato con la moglie, ha parlato con lei un paio d’ore, per poi tornare a Roma ieri mattina in tempo per il consiglio dei ministri. Forse più tranquillo, forse anche più avvertito. E non è da escludere che i toni più cauti ostentati nella conferenza stampa successiva al Consiglio siano stati in parte frutto del confronto avuto la sera prima con la moglie.
……..
Per il resto le strade di Silvio e Veronica sono separate. Lei ha smesso da molto tempo l’abito della first-lady. Ha scelto la riservatezza, la solitudine. La sua agenda è rigorosamente divisa da quella del marito. Veronica è stata l’ultima volta a Roma lo scorso inverno per la mostra di Rothko, una gita di poche ore. Poi ha dedicato gran parte delle sue giornate al nipotino Alessandro, figlio di appena otto mesi di Barbara, “l’unico uomo di cui sono innamorata“.
Fonte: repubblica.it

Più chiaro di così….
Questo sì che è stile, incredibile vederla con un ….. imbonitore come quello.

By | 2008-07-05T11:30:56+00:00 July 5th, 2008|Cultura e Società|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment